salmo 126

Salmo 126: completo, commento

CommentoNel salmo 126 l’autore, che faceva parte del gruppo degli Israeliti restati in Palestina all’epoca delle deportazioni babilonesi, testimonia la gioia generale di fronte ai primi che tornano nella loro terra e prega Dio di far ritornare tutti quanti il prima possibile.

Salmo 126 completo

[1] Canto delle ascensioni. Quando il Signore ricondusse i prigionieri di Sion, ci sembrava di sognare.

[2] Allora la nostra bocca si aprì al sorriso, la nostra lingua si sciolse in canti di gioia. Allora si diceva tra i popoli: “Il Signore ha fatto grandi cose per loro”.

[3] Grandi cose ha fatto il Signore per noi, ci ha colmati di gioia.

[4] Riconduci, Signore, i nostri prigionieri, come i torrenti del Negheb.

[5] Chi semina nelle lacrime mieterà con giubilo.

[6] Nell’andare, se ne va e piange, portando la semente da gettare, ma nel tornare, viene con giubilo, portando i suoi covoni.